Vangelo 23 giugno

Marco 4, 35-41
35 In quel medesimo giorno, venuta la sera, disse loro: «Passiamo all’altra riva».  36 E, congedata la
folla, lo presero con sé, così com’era, nella barca. C’erano anche altre barche con lui.  37 Ci fu una
grande tempesta di vento e le onde si rovesciavano nella barca, tanto che ormai era piena.  38 Egli se
ne stava a poppa, sul cuscino, e dormiva. Allora lo svegliarono e gli dissero: «Maestro, non
t’importa che siamo perduti?».  39 Si destò, minacciò il vento e disse al mare: «Taci, calmati!». Il
vento cessò e ci fu grande bonaccia.  40 Poi disse loro: «Perché avete paura? Non avete ancora
fede?».  41 E furono presi da grande timore e si dicevano l’un l’altro: «Chi è dunque costui, che anche
il vento e il mare gli obbediscono?».

Ascoltiamo la Parola
L’uomo biblico considera il mare come il luogo dove si raccolgono le forze del male che solo Dio
può dominare. I salmi, in particolare, contengono allusioni alla lotta vittoriosa di Dio contro il
mostro marino del caos primitivo, contro le acque del mare dei Giunchi o del fiume Giordano o, più
semplicemente, contro i flutti che si accaniscono contro i naviganti L’azione di Gesù, come quella di
Dio, è istantanea ed efficace. I discepoli hanno paura di andare a fondo con Cristo, non hanno fede
in lui. Il battesimo è andare a fondo con Cristo: essere associati a lui nella sua morte e risurrezione.
Questo racconto è un’esercitazione battesimale per vedere se la Parola ha prodotto il suo frutto, cioè
la fiducia di abbandonare la nostra vita nelle mani di Gesù che è morto e risorto. La fede consiste
nel non temere di andare a fondo con Gesù e accettare di dormire con lui che dorme per stare con
noi. E’ affidare la nostra vita, la nostra morte e le nostre paure al Signore della vita, che si prende
cura di noi proprio con il suo sonno (la sua morte che opera la salvezza).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sante Messe

DAL 1° LUGLIO AL 31 AGOSTO
ORARIO DELLE SANTE MESSE
FERIALI: ORE 7.30 – 9.00 – 10.30 (sospesa ad agosto) – 19.00
FESTIVI: ORE 8.00 – 9.00 – 10.30 – 19.00

ADORAZIONE EUCARISTICA
Dal lunedì al venerdì: dalle 8.00 alle 12.00Nel mese di agosto è sospesa e riprende a metà settembre

SANTO ROSARIO

Tutti i giorni alle ore 18.30

SACRO MANTO DI SAN GIUSEPPE
Mercoledì alle ore 18.30

La Basilica chiude alle ore 12.30 e riapre alle ore 17.00