Vangelo 25 giugno

Dal Vangelo di Luca (1, 57-66. 80)

57 Per Elisabetta intanto si compì il tempo del parto e diede alla luce un figlio.  58 I
vicini e i parenti udirono che il Signore aveva manifestato in lei la sua grande
misericordia, e si rallegravano con lei. 59 Otto giorni dopo vennero per
circoncidere il bambino e volevano chiamarlo con il nome di suo padre,
Zaccaria.  60 Ma sua madre intervenne: «No, si chiamerà Giovanni».  61 Le dissero:
«Non c’è nessuno della tua parentela che si chiami con questo nome».  62 Allora
domandavano con cenni a suo padre come voleva che si chiamasse.  63 Egli
chiese una tavoletta e scrisse: «Giovanni è il suo nome». Tutti furono
meravigliati.  64 All’istante gli si aprì la bocca e gli si sciolse la lingua, e parlava
benedicendo Dio.  65 Tutti i loro vicini furono presi da timore, e per tutta la
regione montuosa della Giudea si discorreva di tutte queste cose.  66 Tutti coloro
che le udivano, le custodivano in cuor loro, dicendo: «Che sarà mai questo
bambino?». E davvero la mano del Signore era con lui. 80 Il bambino cresceva e
si fortificava nello spirito. Visse in regioni deserte fino al giorno della sua
manifestazione a Israele.

Come vivere questa Parola?
Tutto l’avvenimento della nascita di Giovanni Battista è circondato da un
gioioso senso di stupore, di sorpresa e di gratitudine. Stupore, sorpresa,
gratitudine. E guardando questo domandiamoci: come è la mia fede? E’ una
fede gioiosa, o è una fede sempre uguale, una fede “piatta”? Ho senso dello
stupore, quando vedo le opere del Signore, quando sento parlare
dell’evangelizzazione o della vita di un santo, o quando vedo tanta gente
buona: sento la grazia, dentro, o niente si muove nel mio cuore? So sentire le
consolazioni dello Spirito o sono chiuso?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sante Messe

DAL 1° SETTEMBRE
ORARIO DELLE SANTE MESSE
FERIALI: ORE 7.30 – 9.00 – 10.30 – 18.30
FESTIVI: ORE 8.00 – 9.00 – 10.30 – 12.00 – 18.30

ADORAZIONE EUCARISTICA
Dal lunedì al venerdì: dalle 8.00 alle 18.30
Sabato dalle ore 8.00 alle ore 12.00

SANTO ROSARIO
Lunedì, martedì, giovedì, venerdì ore 17.30
Sabato ore 17.45

 

La Basilica il sabato chiude alle 12.30 e riapre alle 16.30; la domenica chiude alle 13.00 e riapre alle 16.30

Eventi in programma