Vangelo 19 settembre

Dal Vangelo di Luca (8, 16-18)
16 Nessuno accende una lampada e la copre con un vaso o la mette sotto un letto, ma la pone su un
candelabro, perché chi entra veda la luce.  17 Non c’è nulla di segreto che non sia manifestato, nulla di
nascosto che non sia conosciuto e venga in piena luce.  18 Fate attenzione dunque a come ascoltate;
perché a chi ha, sarà dato, ma a chi non ha, sarà tolto anche ciò che crede di avere».

Ascoltiamo la Parola.
Questo è uno dei tratti del cristiano: ha ricevuto la luce nel Battesimo e deve darla. Cioè, il cristiano
è un testimone. Un cristiano che porta questa luce, deve farla vedere perché lui è un testimone.
Quando sceglie di non far vedere la luce di Dio ma preferisce le proprie tenebre, esse gli entrano nel
suo cuore perché ha paura della luce e gli idoli, che sono tenebre, gli piacciono di più, allora gli
manca qualcosa e non è un vero cristiano. Gli manca la testimonianza: un cristiano è un testimone
dii Gesù Cristo, Luce di Dio. E deve mettere quella luce sul candelabro della sua vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sante Messe

DAL 1° SETTEMBRE
ORARIO DELLE SANTE MESSE
FERIALI: ORE 7.30 – 9.00 – 10.30 – 18.30
FESTIVI: ORE 8.00 – 9.00 – 10.30 – 12.00 – 18.30

ADORAZIONE EUCARISTICA
Dal lunedì al venerdì: dalle 8.00 alle 18.30.
Sabato dalle ore 8.00 alle ore 12.00

SANTO ROSARIO
Lunedì, martedì, giovedì, venerdì ore 17.30
Sabato ore 17.45

 

La Basilica il sabato chiude alle 12.30 e riapre alle 16.30; la domenica chiude alle 13.00 e riapre alle 16.30

Eventi in programma