Vangelo 21 settembre

Dal Vangelo di Matteo (9, 9-13)
Andando via di là, Gesù vide un uomo, chiamato Matteo, seduto al banco delle imposte, e gli disse:
«Seguimi». Ed egli si alzò e lo seguì.  10 Mentre sedeva a tavola nella casa, sopraggiunsero molti
pubblicani e peccatori e se ne stavano a tavola con Gesù e con i suoi discepoli.  11 Vedendo ciò, i
farisei dicevano ai suoi discepoli: «Come mai il vostro maestro mangia insieme ai pubblicani e ai
peccatori?».  12 Udito questo, disse: «Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i
malati.  13 Andate a imparare che cosa vuol dire: Misericordia io voglio e non sacrifici. Io non sono
venuto infatti a chiamare i giusti, ma i peccatori».


Ascoltiamo la Parola.
Gesù guarda quell’uomo, seduto al banco delle imposte, e luii sente qualcosa di nuovo, qualcosa
che non conosceva, uno stupore dentro, sente l’invito di Gesù: “Seguimi!”. E’ bastato un momento
soltanto, soltanto un momento nel quale Matteo dice di sì, lascia tutto e va con il Signore. E’ il
momento della misericordia ricevuta e accettata: “Sì, vengo con te!”. E’ il primo momento
dell’incontro, un’esperienza spirituale profonda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sante Messe

DAL 1° SETTEMBRE
ORARIO DELLE SANTE MESSE
FERIALI: ORE 7.30 – 9.00 – 10.30 – 18.30
FESTIVI: ORE 8.00 – 9.00 – 10.30 – 12.00 – 18.30

ADORAZIONE EUCARISTICA
Dal lunedì al venerdì: dalle 8.00 alle 18.30
Sabato dalle ore 8.00 alle ore 12.00

SANTO ROSARIO
Lunedì, martedì, giovedì, venerdì ore 17.30
Sabato ore 17.45

 

La Basilica il sabato chiude alle 12.30 e riapre alle 16.30; la domenica chiude alle 13.00 e riapre alle 16.30

Eventi in programma