Vangelo 26 novembre

Dal Vangelo di Luca (21, 34-36)
34 State attenti a voi stessi, che i vostri cuori non si appesantiscano in dissipazioni, ubriachezze e
affanni della vita e che quel giorno non vi piombi addosso all’improvviso;  35 come un laccio infatti
esso si abbatterà sopra tutti coloro che abitano sulla faccia di tutta la terra.  36 Vegliate in ogni
momento pregando, perché abbiate la forza di sfuggire a tutto ciò che sta per accadere e di
comparire davanti al Figlio dell’uomo.

Ascoltiamo la Parola
Stare in guardia è guardare, prestare attenzione e soprattutto pensare prima di prendere decisioni. È
un bene, ma Gesù qui va oltre, perché ci invita alla preghiera. Perché senza la preghiera possiamo
prendere decisioni umane, ma non sempre decisioni secondo il cuore di Dio. Senza la preghiera,
vediamo le cose secondo la mentalità del mondo, ma non secondo la mente di Dio. Ma il cristiano
non è colui che segue ciecamente il pensiero e le mode del mondo, del tempo presente, è colui che
mette davanti a Dio questo mondo con tutto ciò che contiene, a cominciare dalla propria vita, e
questo si può fare solo nella preghiera. Siamo veri cristiani che osiamo mettere la nostra vita, i
nostri pensieri, le nostre convinzioni, i nostri sentimenti sotto lo sguardo di Dio? Senza la preghiera
non possiamo essere veramente vigili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sante Messe

DAL 1° SETTEMBRE
ORARIO DELLE SANTE MESSE
FERIALI: ORE 7.30 – 9.00 – 10.30 – 18.30
FESTIVI: ORE 8.00 – 9.00 – 10.30 – 12.00 – 18.30

ADORAZIONE EUCARISTICA
Dal lunedì al venerdì: dalle 8.00 alle 18.30
Sabato dalle ore 8.00 alle ore 12.00

SANTO ROSARIO
Lunedì, martedì, giovedì, venerdì ore 17.30
Sabato ore 17.45

 

La Basilica il sabato chiude alle 12.30 e riapre alle 16.30; la domenica chiude alle 13.00 e riapre alle 16.30

Eventi in programma