Vangelo 24 febbraio

Dal Vangelo di Matteo (9, 14-15)
14 Allora gli si avvicinarono i discepoli di Giovanni e gli dissero: «Perché noi e i farisei digiuniamo
molte volte, mentre i tuoi discepoli non digiunano?».  15 E Gesù disse loro: «Possono forse gli invitati
a nozze essere in lutto finché lo sposo è con loro? Ma verranno giorni quando lo sposo sarà loro
tolto, e allora digiuneranno.

Ascoltiamo la Parola
Il Signore svela tutto ciò che è falso in noi. Dall’inizio del nostro 21° secolo, è facile guardare tutti
coloro che Gesù ha denunciato per la loro ipocrisia; gli scribi, i farisei ei sommi sacerdoti. A
giudicare dalle apparenze di alcuni cristiani che abbiamo conosciuto, che rispettano perfettamente le
regole della penitenza prescritte dalla Chiesa nei secoli precedenti, ma tanto meno la regola
dell’amore del prossimo. Gli esseri umani hanno sempre attribuito grande importanza all’ immagine
lusinghiera che danno di se stessi. Per le persone oneste, la rispettabilità e l’osservanza delle regole
stabilite ne fanno parte. Tuttavia, essere e apparire sono sempre compatibili? Solo Dio lo sa, vede
nel profondo dei cuori e ci conosce infinitamente meglio di noi stessi. Ci invita a rimuovere la trave
è nei nostri occhi e che ci rende ciechi alla nostra verità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sante Messe

DAL 1° GIUGNO
ORARIO DELLE SANTE MESSE
FERIALI: ORE 7.30 – 9.00 – 10.30 – 19.00
FESTIVI: ORE 8.00 – 9.00 – 10.30 – 12.00 – 19.00

ADORAZIONE EUCARISTICA
Dal lunedì al venerdì: dalle 8.00 alle 19.00
Sabato dalle ore 8.00 alle ore 12.00

SANTO ROSARIO
Tutti i giorni alle ore 18.00

SACRO MANTO DI SAN GIUSEPPE
Mercoledì alle ore 18.00