Vangelo 28 febbraio

Dal Vangelo di Matteo (6, 7-15)
7 Pregando, non sprecate parole come i pagani: essi credono di venire ascoltati a forza di
parole.  8 Non siate dunque come loro, perché il Padre vostro sa di quali cose avete bisogno prima
ancora che gliele chiediate. 9 Voi dunque pregate così: Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato
il tuo nome, 10 venga il tuo regno, sia fatta la tua volontà, come in cielo così in terra. 11 Dacci oggi il
nostro pane quotidiano, 12 e rimetti a noi i nostri debiti come anche noi li rimettiamo ai nostri
debitori, 13 e non abbandonarci alla tentazione, ma liberaci dal male. 14 Se voi infatti perdonerete agli
altri le loro colpe, il Padre vostro che è nei cieli perdonerà anche a voi;  15 ma se voi non perdonerete
agli altri, neppure il Padre vostro perdonerà le vostre colpe.


Ascoltiamo la Parola
La preghiera del Padre Nostro ci è così familiare che a volte è difficile prestare veramente
attenzione alle parole che diciamo. Cerco di concentrarmi solo su una frase come “sia santificato il
tuo nome”. Cosa mi dice questa frase in questo momento? Come potrebbe essere “santificare il suo
nome” nella mia vita oggi?  La recito lentamente, soffermandomi dolcemente su ogni parola, senza
fretta, fermandomi dove mi sento ispirato o vicino al Padre. Prego per la grazia che la mia preghiera
sia quella di un discepolo di Gesù, vero figlio del Padre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sante Messe

DAL 1° GIUGNO
ORARIO DELLE SANTE MESSE
FERIALI: ORE 7.30 – 9.00 – 10.30 – 19.00
FESTIVI: ORE 8.00 – 9.00 – 10.30 – 12.00 – 19.00

ADORAZIONE EUCARISTICA
Dal lunedì al venerdì: dalle 8.00 alle 19.00
Sabato dalle ore 8.00 alle ore 12.00

SANTO ROSARIO
Tutti i giorni alle ore 18.00

SACRO MANTO DI SAN GIUSEPPE
Mercoledì alle ore 18.00