Vangelo 2 maggio

Dal Vangelo di Giovanni (19,25-30)
25 Stavano presso la croce di Gesù sua madre, la sorella di sua madre, Maria madre di Clèopa e Maria
di Màgdala.  26 Gesù allora, vedendo la madre e accanto a lei il discepolo che egli amava, disse alla
madre: «Donna, ecco tuo figlio!».  27 Poi disse al discepolo: «Ecco tua madre!». E da quell’ora il
discepolo l’accolse con sé. 28 Dopo questo, Gesù, sapendo che ormai tutto era compiuto, affinché si
compisse la Scrittura, disse: «Ho sete».  29 Vi era lì un vaso pieno di aceto; posero perciò una spugna,
imbevuta di aceto, in cima a una canna e gliela accostarono alla bocca.  30 Dopo aver preso l’aceto,
Gesù disse: «È compiuto!». E, chinato il capo, consegnò lo spirito.


Ascoltiamo la Parola
Venerdì Santo; ma cosa c’è di santo in un giorno che commemora l’omicidio di qualcuno buono e
totalmente innocente? Giorno santo perché rivela drammaticamente l’amore sconfinato di Dio per il
mondo, un amore che racchiude tutti i peccati nel perdono. Non c’è valore punitivo in Dio. Ci
puniamo se pecchiamo. Tuttavia, anche nei nostri peccati, Dio è presente, cercando di recuperarci
attraverso la misericordia e l’amore. La salvezza dell’umanità passa attraverso l’amore. Per questo la
Chiesa primitiva ha dichiarato questo venerdì “Buono”. Quel giorno nacque una nuova civiltà
dell’amore. Ringrazio Gesù per aver dato la sua vita per tutti noi e per averci dato la speranza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sante Messe

DAL 1° SETTEMBRE
ORARIO DELLE SANTE MESSE
FERIALI: ORE 7.30 – 9.00 – 10.30 – 18.30
FESTIVI: ORE 8.00 – 9.00 – 10.30 – 12.00 – 18.30

ADORAZIONE EUCARISTICA
Dal lunedì al venerdì: dalle 8.00 alle 18.30
Sabato dalle ore 8.00 alle ore 12.00

SANTO ROSARIO
Lunedì, martedì, giovedì, venerdì ore 17.30
Sabato ore 17.45

 

La Basilica il sabato chiude alle 12.30 e riapre alle 16.30; la domenica chiude alle 13.00 e riapre alle 16.30

Eventi in programma