Vangelo 23 gennaio

Marco 3, 31-35
31 Giunsero sua madre e i suoi fratelli e, stando fuori, mandarono a chiamarlo.  32 Attorno a lui era seduta una folla, e gli dissero: «Ecco, tua madre, i tuoi fratelli e le tue sorelle stanno fuori e ti cercano».  33 Ma egli rispose loro: «Chi è mia madre e chi sono i miei fratelli?».  34 Girando lo sguardo su quelli che erano seduti attorno a lui, disse: «Ecco mia madre e i miei fratelli!  35 Perché chi fa la volontà di Dio, costui per me è fratello, sorella e madre».

Ascoltiamo la Parola
Gesù rifiuta sua madre e la sua famiglia? Niente affatto, ma ricorda ai suoi discepoli che esiste un legame di parentela che ha la precedenza su quelli di sangue.  E’ incentrato su una chiamata
radicale a essere come lui. Il rapporto con lui porta intimità, come quello di una madre, di un
fratello o di una sorella. Signore, attraverso il mio incontro quotidiano con te in un momento sacro, possa la nostra relazione approfondirsi. Conducimi a fare solo la tua volontà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sante Messe

DAL 1° SETTEMBRE
ORARIO DELLE SANTE MESSE
FERIALI: ORE 7.30 – 9.00 – 10.30 – 18.30
FESTIVI: ORE 8.00 – 9.00 – 10.30 – 12.00 – 18.30

ADORAZIONE EUCARISTICA
Dal lunedì al venerdì: dalle 8.00 alle 18.30
Sabato dalle ore 8.00 alle ore 12.00

SANTO ROSARIO
Lunedì, martedì, giovedì, venerdì ore 17.30
Sabato ore 17.45

 

La Basilica il sabato chiude alle 12.30 e riapre alle 16.30; la domenica chiude alle 13.00 e riapre alle 16.30