Vangelo 7 marzo

Luca 11, 14-23
14 Gesù stava scacciando un demonio che era muto. Uscito il demonio, il muto cominciò a parlare e
le folle furono prese da stupore.   15 Ma alcuni dissero: «È per mezzo di Beelzebùl, capo dei demòni,
che egli scaccia i demòni».  16 Altri poi, per metterlo alla prova, gli domandavano un segno dal
cielo.  17 Egli, conoscendo le loro intenzioni, disse: «Ogni regno diviso in se stesso va in rovina e una
casa cade sull’altra.  18 Ora, se anche Satana è diviso in se stesso, come potrà stare in piedi il suo
regno? Voi dite che io scaccio i demòni per mezzo di Beelzebùl.  19 Ma se io scaccio i demòni per
mezzo di Beelzebùl, i vostri figli per mezzo di chi li scacciano? Per questo saranno loro i vostri
giudici.  20 Se invece io scaccio i demòni con il dito di Dio, allora è giunto a voi il regno di Dio.
21 Quando un uomo forte, bene armato, fa la guardia al suo palazzo, ciò che possiede è al sicuro.  22 Ma
se arriva uno più forte di lui e lo vince, gli strappa via le armi nelle quali confidava e ne spartisce il
bottino.  23 Chi non è con me è contro di me, e chi non raccoglie con me disperde.


Ascoltiamo la Parola
Il male appare come colui che impedisce la parola, la comunicazione. Gesù è colui invece che
restituisce la parola e ripristina la comunicazione. Un’autentica vita spirituale è tale quando ci aiuta
a recuperare quella parola che ci tira fuori dall’isolamento interiore. In questo senso alcune volte
una buona confessione può essere il punto di svolta nella vita di una persona che da tanto tempo
sembra essere ostaggio di eventi, ferite o cadute ma che trovando la via del “dire”, fa finalmente
entrare la grazia necessaria a venirne fuori. Ecco perché il gesto di esorcismo più vero a cui
possiamo sottoporci è quello di riscoprire autenticamente il sacramento della riconciliazione. In
confessionale ci si può ritrovare con la vita liberata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sante Messe

DAL 1° SETTEMBRE
ORARIO DELLE SANTE MESSE
FERIALI: ORE 7.30 – 9.00 – 10.30 – 18.30
FESTIVI: ORE 8.00 – 9.00 – 10.30 – 12.00 – 18.30

ADORAZIONE EUCARISTICA
Dal lunedì al venerdì: dalle 8.00 alle 18.30
Sabato dalle ore 8.00 alle ore 12.00

SANTO ROSARIO
Lunedì, martedì, giovedì, venerdì ore 17.30
Sabato ore 17.45

 

La Basilica il sabato chiude alle 12.30 e riapre alle 16.30; la domenica chiude alle 13.00 e riapre alle 16.30