Vangelo 2 aprile

Giovanni 20, 11-18
11 Maria invece stava all’esterno, vicino al sepolcro, e piangeva. Mentre piangeva, si chinò verso il
sepolcro  12 e vide due angeli in bianche vesti, seduti l’uno dalla parte del capo e l’altro dei piedi, dove
era stato posto il corpo di Gesù.  13 Ed essi le dissero: «Donna, perché piangi?». Rispose loro: «Hanno
portato via il mio Signore e non so dove l’hanno posto».  14 Detto questo, si voltò indietro e vide
Gesù, in piedi; ma non sapeva che fosse Gesù.  15 Le disse Gesù: «Donna, perché piangi? Chi
cerchi?». Ella, pensando che fosse il custode del giardino, gli disse: «Signore, se l’hai portato via tu,
dimmi dove l’hai posto e io andrò a prenderlo».  16 Gesù le disse: «Maria!». Ella si voltò e gli disse in
ebraico: «Rabbunì!» – che significa: «Maestro!».  17 Gesù le disse: «Non mi trattenere, perché non
sono ancora salito al Padre; ma va’ dai miei fratelli e di’ loro: «Salgo al Padre mio e Padre vostro,
Dio mio e Dio vostro»».  18 Maria di Màgdala andò ad annunciare ai discepoli: «Ho visto il Signore!»
e ciò che le aveva detto.


Ascoltiamo la Parola
Maria Maddalena è stata scelta per essere la prima a ricevere la notizia della Risurrezione. Lei
stessa aveva sperimentato una risurrezione spirituale dopo il suo incontro con il Signore e fu anche
lei che non rinunciò alla ricerca del Signore anche se era morto e sepolto. Gli altri discepoli
avevano già abbandonato il Signore nella morte, ma Maria di Magdala continuava a cercarlo e a
stargli vicino, anche presso la sua tomba. Non ha detto Cristo: “Chiunque chiede riceve; chi cerca
trova; chiunque bussa, apriremo”? Spesso, nella nostra vita spirituale, possiamo scoraggiarci nella
ricerca del Signore. Potremmo avere difficoltà a sentire la Sua presenza nella nostra vita. La nostra
preghiera non sembra condurre a un vero incontro con Lui. Non perdiamo il coraggio e la
speranza! Cristo è vivo! È resuscitato! Lui è con noi, anche quando non lo sentiamo presente.
Anche se a volte dobbiamo essere pazienti nella fede e nella speranza, come Maria Maddalena,
Cristo è lì, anche solo nell’anima del prossimo, nei sacramenti della Chiesa, nelle Sacre Scritture,
nel silenzio della preghiera, nelle grazie che ricevo quotidianamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sante Messe

DAL 1° SETTEMBRE
ORARIO DELLE SANTE MESSE
FERIALI: ORE 7.30 – 9.00 – 10.30 – 18.30
FESTIVI: ORE 8.00 – 9.00 – 10.30 – 12.00 – 18.30

ADORAZIONE EUCARISTICA
Dal lunedì al venerdì: dalle 8.00 alle 18.30
Sabato dalle ore 8.00 alle ore 12.00

SANTO ROSARIO
Lunedì, martedì, giovedì, venerdì ore 17.30
Sabato ore 17.45

 

La Basilica il sabato chiude alle 12.30 e riapre alle 16.30; la domenica chiude alle 13.00 e riapre alle 16.30