Vangelo 7 maggio

Giovanni 16, 5-11
5 Ora però vado da colui che mi ha mandato e nessuno di voi mi domanda: «Dove vai?».  6 Anzi,
perché vi ho detto questo, la tristezza ha riempito il vostro cuore.  7 Ma io vi dico la verità: è bene per
voi che io me ne vada, perché, se non me ne vado, non verrà a voi il Paràclito; se invece me ne
vado, lo manderò a voi.  8 E quando sarà venuto, dimostrerà la colpa del mondo riguardo al peccato,
alla giustizia e al giudizio.  9 Riguardo al peccato, perché non credono in me;  10 riguardo alla giustizia,
perché vado al Padre e non mi vedrete più;  11 riguardo al giudizio, perché il principe di questo mondo
è già condannato.


Ascoltiamo la Parola
Il Signore bussa alla nostra porta per poter entrare. Chissà quante volte avrà trovato chiuso. Chissà
quante volte avrà sentito dire: “Non c’è nessuno”. Chissà quante volte avrà dovuto aspettare anche
un piccolo rumore che annunciasse l’arrivo di qualcuno che aprisse l’uscio. Il Signore bussa. Non
forza la mano. Aspetta. Non è invadente. Avanza solo secondo la nostra volontà. Occupa lo spazio
che gli diamo. E poi non rimane, ingombrante. Non è asfissiante. Si fa da parte per non toglierci la
libertà di sbagliare. Se ne va per farci crescere. Questa è una regola sana per ogni maturità.
Abbiamo sostituito la paternità con il paternalismo. La cura con l’ossessione e l’ansia. La fiducia e
l’incoraggiamento con la paura. Il lasciare provare con il “non ti preoccupare faccio io”. Le
relazioni sono spesso appiccicaticce, siamo legati gli uni agli altri a ventosa, abbiamo perso il senso
della misura e non conosciamo più la distanza di sicurezza. Stiamo addosso gli uni agli altri e fanno
fatica a camminare quelli che portano questo peso, esagerato di attenzioni. Gesù va via. Lascia
spazio a un altro tempo e a un’altra Persona. È umile perché non schiaccia con la sua grandezza.
Come il Battista fa spazio a Gesù, Gesù ora fa spazio al Paràclito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sante Messe

DAL 1° GIUGNO
ORARIO DELLE SANTE MESSE
FERIALI: ORE 7.30 – 9.00 – 10.30 – 19.00
FESTIVI: ORE 8.00 – 9.00 – 10.30 – 12.00 – 19.00

ADORAZIONE EUCARISTICA
Dal lunedì al venerdì: dalle 8.00 alle 19.00
Sabato dalle ore 8.00 alle ore 12.00

SANTO ROSARIO
Tutti i giorni alle ore 18.00

SACRO MANTO DI SAN GIUSEPPE
Mercoledì alle ore 18.00