Vangelo 10 maggio

Giovanni 16, 20-23
20 In verità, in verità io vi dico: voi piangerete e gemerete, ma il mondo si rallegrerà. Voi sarete nella
tristezza, ma la vostra tristezza si cambierà in gioia. 21 La donna, quando partorisce, è nel dolore,
perché è venuta la sua ora; ma, quando ha dato alla luce il bambino, non si ricorda più della
sofferenza, per la gioia che è venuto al mondo un uomo.  22 Così anche voi, ora, siete nel dolore; ma
vi vedrò di nuovo e il vostro cuore si rallegrerà e nessuno potrà togliervi la vostra gioia.   23 Quel
giorno non mi domanderete più nulla. In verità, in verità io vi dico: se chiederete qualche cosa al
Padre nel mio nome, egli ve la darà.

Ascoltiamo la Parola
Gesù usa l’immagine del parto per parlare della sua Pasqua. Una sofferenza accolta e vissuta per
amore, in vista della vita. Gian Lorenzo Bernini ha scolpito questa immagine nella Basilica di San
Pietro a Roma sulla base delle colonne del suo maestoso baldacchino. In mezzo agli stemmi che
decorano i piedistalli compare, infatti, il volto di una donna la cui espressione, se ci si muove
intorno all’altare in senso antiorario, racconta le varie fasi di un parto: inizialmente si contrae per le
prime doglie, quindi gli occhi si stravolgono, i capelli sono scompigliati, la bocca da socchiusa si
apre in un urlo. Nell’ultimo stemma il volto della donna è sostituito da quello sorridente di un
bambino: il travaglio si è concluso felicemente con la nascita di una nuova vita. Il colpo di genio è
quello di averlo fatto intorno all’altare, circondando proprio quello spazio dove la Chiesa fa
memoria della Pasqua del Signore e attinge forza e vita da quel gesto d’amore che l’ha generata e
dal quale sempre si nutre e si rigenera la sua missione: essere madre, donarci la vita in Cristo, farci
crescere nella fede, indicarci con la forza della Parola di Dio il cammino della libertà dei figli,
difenderci dal male.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sante Messe

DAL 1° GIUGNO
ORARIO DELLE SANTE MESSE
FERIALI: ORE 7.30 – 9.00 – 10.30 – 19.00
FESTIVI: ORE 8.00 – 9.00 – 10.30 – 12.00 – 19.00

ADORAZIONE EUCARISTICA
Dal lunedì al venerdì: dalle 8.00 alle 19.00
Sabato dalle ore 8.00 alle ore 12.00

SANTO ROSARIO
Tutti i giorni alle ore 18.00

SACRO MANTO DI SAN GIUSEPPE
Mercoledì alle ore 18.00