Vangelo 16 maggio

Giovanni 17, 20-26
20 Non prego solo per questi, ma anche per quelli che crederanno in me mediante la loro
parola:  21 perché tutti siano una sola cosa; come tu, Padre, sei in me e io in te, siano anch’essi in noi,
perché il mondo creda che tu mi hai mandato. 22 E la gloria che tu hai dato a me, io l’ho data a loro,
perché siano una sola cosa come noi siamo una sola cosa.  23 Io in loro e tu in me, perché siano
perfetti nell’unità e il mondo conosca che tu mi hai mandato e che li hai amati come hai amato me.
24 Padre, voglio che quelli che mi hai dato siano anch’essi con me dove sono io, perché contemplino
la mia gloria, quella che tu mi hai dato; poiché mi hai amato prima della creazione del mondo.
25 Padre giusto, il mondo non ti ha conosciuto, ma io ti ho conosciuto, e questi hanno conosciuto che
tu mi hai mandato.  26 E io ho fatto conoscere loro il tuo nome e lo farò conoscere, perché l’amore con
il quale mi hai amato sia in essi e io in loro».

Ascoltiamo la Parola
Il sogno di Gesù per noi è l’unità: «siano una cosa sola come noi siamo una cosa sola». «Perfetti
nell’unità», ecco come ci desidera. Questo «perfetti nell’unità» non significa omologazione
anonimizzante. Non significa nemmeno avere lo stesso pensiero o la stessa opinione riguardo a
questo o a quello. Non significa neanche condividere in tutto la forma di religiosità, cioè di
espressione della fede. Significa, come ricorda la lingua originale, una certa “maturità nell’unità”. E
la persona matura sa sopportare e integrare le differenze, perché sa che c’è qualcosa di più profondo
che unisce. Qualcosa che non è “uguale” tra le persone, ma “in comune”: l’amore di Dio, che Gesù
ci lascia a sigillo di una vita interamente spesa per gli altri. L’unità, prima di essere una fatica
umana, è un dono divino. A noi il compito di custodirla, farla crescere, celebrarla. E curarla quando
è ferita da conflitti, dissapori e rancori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sante Messe

DAL 1° GIUGNO
ORARIO DELLE SANTE MESSE
FERIALI: ORE 7.30 – 9.00 – 10.30 – 19.00
FESTIVI: ORE 8.00 – 9.00 – 10.30 – 12.00 – 19.00

ADORAZIONE EUCARISTICA
Dal lunedì al venerdì: dalle 8.00 alle 19.00
Sabato dalle ore 8.00 alle ore 12.00

SANTO ROSARIO
Tutti i giorni alle ore 18.00

SACRO MANTO DI SAN GIUSEPPE
Mercoledì alle ore 18.00